Social Media Marketing per il vino: il calendario editoriale

calendario_socialmedia_marketing_vino

Il calendario editoriale è uno strumento fondamentale per tutte le cantine che vogliono investire nel Social Media Marketing per il vino perché consente attraverso un'attenta pianificazione di identificare, non solo i migliori contenuti da utilizzare nella propria strategia, ma anche le principali azioni da svolgere per riuscire a comunicare e vendere vino in modo efficace.  

Che cos'è un calendario editoriale?

Quando si parla di calendario editoriale si parla di un vero scadenzario, solitamente settimanale, mensile o trimestrale, nel quale vengono pianificata tutte le azioni che la cantina vuole svolgere a livello digitale.

Si può strutturare un unico calendario contenete ogni piattaforma digital oppure uno specifico per ogni strumento digitale: ad esempio si può avere un calendario editoriale social, un calendario editoriale blog,  un calendario editoriale Facebook, un calendario editoriale Instagram, un calendario editoriale Twitter e così via.

La struttura dipende dall'organizzazione che si vuole dare: solitamente avere un calendario unico con dei sottogruppi è l'esempio di calendario editoriale migliore perché consente di avere una visione a 360° della tua azione digitale.

Perché ricorda... Ogni piattaforma digitale ha le sue regole e i suoi insight, ma la tua comunicazione deve esser unica e coerente!

In virtù di questa considerazione, devi pianificare un calendario editoriale che ti permetta di agire in maniera significativa su ogni piattaforma a seconda del target e a seconda dell'azione che vuoi "indurre" nel tuo pubblico di riferimento. 

Per intenderci, puoi ideare dei contenuti per attrarre, per farti considerare, per fidelizzare. Attrarre significa creare attenzione, farsi considerare vuol dire preparare l'utente a fidarsi in modo tale che possa iniziare a sceglierci, fidelizzare significa aumentare il passaparola e far sentire i clienti/fan importanti. 

Ogni piattaforma digitale ha le sue regole e i suoi insight, ma la tua comunicazione deve esser unica e coerente!

Nel dettaglio del calendario editoriale

1

Perché averlo?

Prima di tutto perché ti permette di mettere per iscritto una strategia un piano che hai strutturato mentalmente. Può sembrare banale, ma scrivere permette di concretizzare e concretizzare serve per agire con efficienza e linearità.


Il documento che crei come piano editoriale deve esser lo strumento  che ti aiuta a tenere traccia di ciò che hai fatto e mettere nero su bianco titoli e temi che vuoi approfondire.


Infatti, avere un calendario editoriale permette di programmare e non di improvvisare. Non si pubblica solo quando c'è una particolare occasione o periodo: in ogni momento la tua cantina può dire qualcosa e ogni cantina ha sempre qualcosa da dire. Per questo bisogna fare un'analisi dei propri punti di forza e cercare di esprimerli al meglio possibile.


Detto questo l'elasticità è sempre una componente fondamentale. Il calendario editoriale va strutturato per tener d'occhio la situazione e per verificare i risultati, ma allo stesso tempo è sempre modificabile a seconda di terminati avvenimenti o tendenze del momento.

2

Come strutturarlo?

Dopo aver analizzato la tua cantina, individuati i tuoi obiettivi e strutturata la strategia e il piano da seguire, è possibile creare un calendario editoriale. 


Prima di tutto devi decidere concretamente dove farlo: su un'agenda? Digitalmente? Su un vero calendario? Vedi tu, quello dipende da te e da come ti trovi meglio. Esistono diversi strumenti digitali: si può fare un calendario editoriale excel, calendario editoriale wordpress, calendario editoriale google, ecc..


Importante è strutturarlo massimo trimestralmente. Più ampio lo si crea e più tempo ci vuole per programmarlo. Un programmazione mensile è quella che consiglio perché permette di dare una visione più lunga del proprio lavoro, ma restare aggrappato alla realtà. In un mese può cambiare tutto, figuriamoci in tre.

 

3

Come Crearlo?

Un calendario editoriale si crea partendo dalle diverse piattaforme che si vogliono utilizzare identificando per ognuna i contenuti da pubblicare. 


Se hai un sito/blog parti da quello individua le tematiche che vuoi approfondire e segnale con una cadenza settimanale. Questi contenuti li puoi ricondividere sui Social Media, ma non devono essere gli unici.


I Social hanno le loro regole e vanno seguite. Facebook, Instagram, Twitter e anche LinkedIn ti danno la possibilità di utilizzare diversi strumenti di pubblicazione.  Segna anche quelli perché in questo modo ti sarà possibile anche identificare quali fruttano di più. 


Nella colonna accanto ai giorni, inserisci il macroargomento del post e magari l’obiettivo: attrarre, farsi considerare o fidelizzare.  

Arrivato fin qui devi aver chiaro che i social media non sono luoghi gratuiti e che il calendario editoriale va creato pensando anche al budget che si avrà a disposizione non solo per creare dei contenuti ma anche per distribuirli alle giuste persone sulle varie piattaforme. Servirà creare delle sponsorizzate, Facebook ads è uno strumento potentissimo, per accompagnare la persona nella varie fasi ATTRACT - CONSIDERAZIONE-FIDELIZZAZIONE.  


4

Come Misurarne i risultati?

I risultati come sempre dipendono dagli obiettivi prefissati. In base alla sfera che si è andata a toccare e alle risorse che si sono investite (c'è una bella differenza tra contenuti organici e a pagamento) cambierà il modo di analizzare i risultati.


Ad esempio in una fase di scoperta, sarà importante analizzare, a posteriori, i volumi di lettura di un articolo/visione di un video. In fase di considerazione bisognerà capire la densità di interazioni/azioni avvenute a seguito di quel post. Nel momento in cui si vuole fidelizzare, un determinato pubblico invece, bisognerà dar rilevanza alle recensioni e ai comportamenti ripetitivi da parte degli utenti.


Insomma esistono numeri e parametri di riferimento che però non sono standard per tutti e per tutte le attività, ma variano a seconda dei tuoi focus e delle tue azioni.

Il calendario editoriale ti permette di organizzare la creazione e la diffusione dei tuoi contenuti sul web a seconda del tuo target di riferimento e dei tuoi obiettivi

Ricorda una volta che hai pianificato come agire prepara almeno il 50% dei contenuti prima di partire, che gli inconvenienti nella quotidianità possono capitare e fermarsi mentre si sta cercando di raggiungere degli obbiettivi può vanificare il lavoro fatto. 

Se vuoi saperne di più, resta aggiornato sui prossimi contenuti di Contestidivini!


Hai trovato interessante l'articolo?


NON PERDERTI I PROSSIMI CONTENUTI DI WINE MARKETING

Lascia i tuoi dati (ne avrò cura non piace nemmeno a me lo spam)

Potrebbe interessarti...
Postando contenuti sui social stai guadagnando oppure perdendo opportunità?
Fomo_in_cantina

Nella tua cantina, di recente, siete stati colpiti da FOMO? Niente paura, non si tratta di nessun nuovo batterio che infesterà le viti, ma di un problema che noto spesso Leggi tutto

Professionisti del vino: come autopromuoversi sui social media?

sommelier_cosa_comunicare_sui_social

Amati, odiati, ma in ogni caso ormai indispensabili: per sommelier ed enologi, i social media oggi sono uno strumento di lavoro a tutti gli effetti.  Capire come sfruttarli in modo Leggi tutto

Come usare i social per vendere vino nel 2021
Vendere_vino_socialmedia_contestidivini

E' vero che siamo nel 2021 e la tecnologia continua a fare passi da gigante, ma la macchina del tempo per tornare indietro nel passato non esiste ancora e così Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *