La degustazione del tuo vino inizia online! Come e perché comunicare in modo coerente

teoria dell'uovo fritto per vendere vino

Ricordi l'ultima volta che ti stavi preparando per andare a una fiera (cosa che, speriamo, si potrà presto tornare a fare)?

La tua attenzione non era rivolta soltanto alle bottiglie da presentare, ma anche al contesto, a  tutto ciò che contribuisce a costruire l’esperienza di degustazione e a dare una prima impressione della tua cantina. 

Hai curato tutti i dettagli per “fare bella figura", perché in fondo sai benissimo che la percezione che genera la tua presenza prima dell'assaggio (ma anche successivamente) è fondamentale. 

A conferma di questo, hai mai sentito parlare della teoria dell'uovo fritto di Beau Toskich?

L’esperto di comunicazione ha affermato: "Pensate a un uovo fritto come a un prodotto allargato: il tuorlo è il prodotto, l'albume è l’assistenza al cliente". Nel tuo caso, è l’esperienza che riesci a costruire. 

Questa teoria evidenzia come il valore percepito dal cliente sia più o meno elevato in ragione della preparazione, dell'efficacia comunicativa e della performance del personale di vendita.

Io ho creato una mia libera interpretazione di questa teoria, sostituendo l'uovo con il bicchiere. 

Il bicchiere è un elemento fondamentale per una corretta degustazione del vino. 

Vorresti che il tuo vino venisse servito in un bicchiere di plastica? 

Quando comunichi online senza una strategia, senza un tono di voce definito o, peggio, quando non comunichi affatto, è come se stessi offrendo il tuo vino in un bicchierino usa e getta a chi ti sta cercando.

In un mondo iperconnesso come quello attuale, non possiamo più pensare che una corretta comunicazione digitale sia un optional. 

L’esperienza del tuo cliente inizia inevitabilmente online: è lì che verrà a cercare informazioni su di te, sulla tua cantina, sui tuoi prodotti. 

Allora, come lavorare al meglio per creare la giusta percezione anche a distanza, quando non possono essere un buon bicchiere, gli intensi profumi o le ricche sfumature di sapore del tuo vino a presentarsi? 

Dobbiamo lavorare con i contenuti. I giusti contenuti per i produttori di vino.

Ogni volta che pubblichi qualcosa stai agendo in una determinata fase del processo di acquisto del tuo cliente e più o meno consapevolmente stai agendo sulle percezioni delle persone. 

Ogni volta che pubblichi qualcosa stai agendo in una determinata fase del processo di acquisto del tuo cliente e più o meno consapevolmente stai agendo sulle percezioni delle persone.

- Christian forgione

Anzi, spesso è proprio la prima impressione quella che contribuisci a formare... Che è anche quella più difficile da cambiare!

Spesso è proprio la mancata coerenza tra prodotto o luogo fisico e quello digitale a disperdere il lavoro di anni. 

Essere presente e attivo online non basta: occorre farlo con una strategia che prende le mosse da una serie di valutazioni importanti. 

  • Chi è il tuo potenziale cliente?
  • Dove si trova online?
  • Dove cerca informazioni su di te?
  • Che tipo di informazioni cerca?
  • Che tipo di esperienza vuole vivere?
  • Come usa i diversi canali digitali durante le diverse fasi del suo percorso d’acquisto?

Questi tasselli costituiscono le basi sulle quali costruire una comunicazione digitale all’altezza della tua migliore bottiglia. 

Potrebbe interessarti...
E si riparte…

Siamo talmente immersi in quella che pensiamo essere la nuova Eldorado del web (i social media) che non ci rendiamo conto di tutto quel che accade intorno. OK… sicuramente non Leggi tutto

Google Lens, i social e gli smart speaker. Uno sguardo al (digital) mercato.
utenti_digital_2022

Sono usciti i numeri più attesi dell'anno. Per ora in realtà sono stati lì ad aspettarli gli addetti ai lavori e gli appassionati, ma se fai impresa è utile che Leggi tutto

Il web marketing del vino: dalla definizione di target e obiettivi alla strategia omnichannel
social-media-wine

La pubblicità serve? Questa può sembrare una domanda retorica, ma non lo è se si pensa che molti imprenditori del vino, ancora oggi, non investono abbastanza e tantomeno in modo Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.